\\ Home Page : Articolo
feb20lun
La visita di Napolitano in Sardegna tra applausi e contestazioni.
Di pig (del 20/02/2012 @ 21:30:47, in cronaca, linkato 1034 volte)
La giornata trascorsa in Sardegna dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non è iniziata nel migliore dei modi, visto che il Capo dello Stato è stato contestato, a Cagliari, da i rappresentanti del movimento "Antiequitalia" con fischi e urla. Il presidente della Repubblica si è poi diretto al municipio, dove è stato contestato da esponenti del Movimento dei Pastori Sardi e dagli indipendentisti. Incontrando il consiglio comunale del capoluogo Napolitano ha sostenuto che  "…la coesione sociale non significa immobilismo, nè mantenere in piedi il welfare così com’è stato nei decenni passati. L'attuale sistemi lascia scoperte zone di povertà e bisogna, quindi, occuparci di chi ha poco o non ha nulla". Nell’incontro tra Napolitano e i sindacati, Mario Medde, segretario ragionale della Cisl, anche a nome di Cgil e Uil, ha chiesto l'intervento del Presidente presso il Governo  per la soluzione dei problemi dell'isola. “La Sardegna – ha detto Medde - sta attraversando una una fase tra le più difficili della sua storia autonomistica", ed ha, quindi elencato alcune della questioni aperte: disoccupazione, in particolare quella giovanile; riconoscimento dello stato di insularità; recupero del divario infrastrutturale sia nelle reti, che nei servizi pubblici essenziali. “Perchè tutto ciò diventi credibile  - ha sostenuto Medde - è però necessario che il Governo nazionale si impegni a che le vertenze aziendali aperte (Alcoa, Eurallumina e tutta la filiera dell'alluminio, il minero-metallurgico, Carbosulcis, il futuro del petrolchimico, l'apertura del tavolo nazionale sul tessile, la questione energetica, l'agro-industria) trovino un tavolo di confronto e una definizione in tempi accettabili. Il malessere sociale si manifesta con le proteste di tutte le categorie; talvolta in forme e modi, certamente irrituali e non tradizionali, che sono però frutto dell'esasperazione e dei problemi che da lungo tempo attendono di essere risolti, in primo luogo da parte dello Stato”. Sul sociale ha fatto perno anche il discorso del presidente della Regione, Ugo Cappellacci, che ha incontrato Napolitano al Teatro Lirico, in occasione del convegno sul contributo fornito dalla Sardegna all'unificazione nazionale. “Stiamo vivendo – ha affermato il governatore - il più grave dramma sociale nella storia dell'Autonomia, eppure non vogliamo far mancare il nostro impegno per affrontare la situazione attuale, contribuendo a costruire, anche con le nostre forze, la tanto agognata ripresa, gettando le basi per la Sardegna e l'Italia di domani, quando la crisi potrà dirsi superata e la nostra economia tornerà a crescere". Al Teatro Lirico, rispondendo, fra la'ltro, ad una contestazione sentita per strada (che lo aveva definito come uomo legato al capitale e insensibile ai problemi sociali), Napolitano ha auspicato l'avvio di una stagione di interventi per il rilancio dello sviluppo economico. "Sento la responsabilità – ha detto Napolitano - di dare il mio contributo a questo, visto che non rappresento le banche, nè il capitale finanziario, come qualcuno umoristicamente crede e grida". Fra i contestatori del Presidente, oltre a disoccupati, gruppi organizzati contro Equitalia e indipendentisti sardi, c’era anche il movimento del sindaci del Sulcis. E proprio i sindaci sembrano essere gli autori della definizione che Napolitano ha descritto, non senza fastidio, come umoristica. Il presidente ha poi proseguito il suo intervento, ricordando che “…occorre rilanciare quanto prima la crescita economica, senza attendere la fine della crisi. Si tratta di un tratto di strada da fare ora. Bisogna intervenire nel periodo da qua alla fine della legislatura,  e tocca farlo alle forze politiche in Parlamento, mentre il governo deve affrontare una grave emergenza economica e finanziaria. Ma nel fronteggiare l'emergenza finanziaria si deve avviare una nuova politica di sviluppo, in particolare per il mezzogiorno. E' una priorità, un compito che non può essere rinviato ad un futuro più o meno vicino". Anche la presidente del consiglio regionale, Claudia Lombardo, aprendo la seduta solenne del consiglio, ha illustrato a Napolitano la gravità della "questione sarda" e ha sottolineato come "…in tutta la Sardegna si levano alte le voci di un profondo malumore che scuotono impetuosamente le fondamenta dell'isola e agitano la coscienza collettiva". La presidente del consiglio si è poi soffermata sulla vertenza entrate, e, in particolare, ha evidenziato che “…con la vertenza si è verificata una rottura che rappresenta una intollerabile lesione di un diritto fondamentale del popolo sardo. Il riconoscimento di questo diritto, così  come la rivisitazione dei limiti imposti dal patto di stabilià', che in Sardegna sono una camicia di forza che stritola le politiche di rilancio economico, rappresentano una condizione pregiudiziale per la prosecuzione della vertenza Sardegna su un piano di equità e correttezza".   "La crisi attuale non è una crisi nata da mesi, ma si è incancrenita negli anni", ha sottolineato Napolitano che ha denunciato gli impegni non mantenuti verso la Sardegna, e ha auspicato che "…il tavolo del confronto, apertosi il 7 febbraio scorso, possa dare nel tempo previsto, cioè quattro settimane, risultati che possano incoraggiare i lavoratori e dare prospettive e sollievo alla Sardegna”. Anche gli studenti dell'Unione degli Universitari (Udu) hanno voluto dire la loro, esibendo uno striscione raffigurante dei caccia-bombardieri puntati verso un libro e, di fianco, la scritta “Più 15 miliardi per i caccia F35, meno 8 miliardi per l'Istruzione: dov'è il Diritto allo Studio? Il Coordinatore dell'Udu Marco Meloni, ha poi spiegato che "…la Costituzione afferma il diritto per gli studenti capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi economici di raggiungere i più alti gradi di studio, nonchè il dovere della Repubblica a rendere effettivo questo diritto. Nello stesso modo la Costituzione  ripudia la guerra. L'Italia – ha sostenuto Meloni - è l'unico Paese al mondo che ha il fenomeno degli idonei non beneficiari di borsa di studio. Un ragazzo su 4 che per Costituzione ha diritto alla borsa di studio per criteri di reddito e merito, non la riceve per mancanza di fondi. Per queste ragioni non crediamo che gli F35 siano la priorità per il Paese". 

 Al suo arrivo all’aeroporto di Elmas, Napolitano è stato accolto da due grandi striscioni con la scritta "Rossella libera", sia in lingua italiana che in lingua araba. Gli striscioni sono stati posizionati da rappresentanti del “Comitato Rossella libera”, giunti prestissimo da Samugheo e che si battono per il rilascio della loro compaesana, rapita in Algeria nell’ottobre scorso. Circa una cinquantina di volontari del Comitato (fra gli altri, anche alcune giovani col tradizionale costume sardo) si è posizionato vicino agli striscioni e ha manifestato in modo composto nello svincolo all'uscita dello scalo aereo. Il Presidente Napolitano ha poi ricevuto, a Cagliari, per un colloquio privato i genitori della giovane cooperante, e al termine, rivolto ai giornalisti, ha detto che “…le condizioni di Rossella sono buone”. A proposito del rapimento di Rossella Urru, intervenendo questa mattina ad una trasmissione di Radio Rai, la delegata per le crisi umanitarie, Margherita Boniver, ha annunciato la partenza nei prossimi giorni per l'Africa, per una missione che tra gli altri obiettivi ha anche quello di arrivare ad un celere rilascio della cooperante di Samugheo.

Altre notizie:

 Mobilitazione, a Narbolia, contro l'arrivo delle ruspe per la realizzazione di un impianto di serre fotovoltaico da parte della societa' EnerVitaBio nelle campagne del paese. Oltre 200 persone, dalle 9 di questa mattina, hanno fatto quadrato contro l'avvio dei lavori, che interessano un area di 110 ettari, dove (secondo il progetto presentato dalla società con sede a Ravenna) dovrebbero vedere la luce tre impianti fotovoltaici da circa un megawatt ciascuno. “Gli escavatori - ha sottolineato Nello Schirru, rappresentante del Comitato S'arriedu per Narbolia che si oppone al progetto -, sono arrivati inaspettatamente. Nessuno ci aveva avvisato che l'avvio dei lavori fosse stato fissato per oggi. Abbiamo provato a contattare il sindaco Fais,  ma non siamo riusciti a rintracciarlo”. Dal canto suo, invece, il primo cittadino ha fatto sapere come la popolazione fosse stata già avvisata venerdì scorso, durante l'assemblea pubblica organizzata dallo stesso Comitato. “Le autorizzazioni -ha ribadito il sindaco Fais - ci sono tutte. Non esistono, ha detto, elementi per i quali si possa negare l'avvio dei lavori, deciso peraltro durante una conferenza di servizi alla quale hanno preso parte tutti gli enti interessati”. Di parere diverso, insieme al Comitato,  numerosi cittadini, soprattutto allevatori e agricoltori che hanno le proprie aziende nella zona e che temono ripercussioni negative sulle loro aziende. Insieme alla grande estensione dell'impianto, infatti, viene contestato il fatto che il tipo di colture ammesse sotto le grandi serre sarà strettamente controllato, senza lasciare nessuno spazio per le  produzioni autoctone.

La trentunesima edizione della Sartigliedda, tradizionale intermezzo del lunedì tra la Sartiglia dei Contadini e quella dei Falegnami, ha regalato quest’anno 7 stelle. La giostra equestre, organizzata dalla Pro Loco, nata per i bambini e svolta interamente da mini-cavalieri che emulano le gesta dei sartiglianti della domenica e del martedì, ha richiamato sulle tribune, come ogni anno, tantissimi bambini e famiglie, che hanno assistito ad una sempre spettacolare corsa alla stella. Reginetta indiscussa della giornata è stata su cumponidoreddu Chiara Aru, che ha condotto questa edizione con a fianco Mirko Contini,  Segundu, e su terzu  Marco Ghiani. Chiara Aru non è riuscita nell’impresa di cogliere la stella, né con la spada, né con su stoccu., mentre l’impresa è riuscita con su stoccu  a su Terzu, Marco Ghiani.  Bellissima è stata, invece, sa remada della giovanissima capocorsa, che ha percorso, a tutta velocità, la via Duomo, completamente sdraiata sul dorso del suo cavallino della giara, benedicendo la folla con sa “Pippia e maju”.

Domani, martedì 21 Febbraio, non verrà effettuato il servizio di raccolta pomeridiano del cartone delle utenze commerciali. Il servizio riprenderà mercoledì secondo il consueto calendario.

In concomitanza della Sartiglia, solo per il pomeriggio di martedì 21 febbraio, gli Uffici del Servizio di Inserimento mirato persone con disabilità (Sim), presso la sede della Provincia di Oristano, in via Carboni, e gli Uffici del Servizio di Promozione dell'autoimpiego, in via Mattei 92, resteranno chiusi al pubblico.

 

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Testo (max 1000 caratteri)
Nome
Inserisci il numero che vedi

Ricarica


e-Mail / Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Cerca per parola chiave
 

< luglio 2014 >
L
M
M
G
V
S
D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
13
16
18
20
21
22
24
26
28
29
30
31
     
             

NOTIZIE DALL'ITALIA

Libia, inferno di fuoco a Tripoli: "Incendio fuori controllo". Ordinata evacuazione

La Fifa: "Figc indaghi su parole Tavecchio". Lui insiste: "Vado avanti"

Riforme, Renzi: "Voto a settembre se opposizioni ritirano emendamenti"

Il decreto Cultura è legge: sì all'art bonus, alla Grande Pompei e alle misure su cinema e lirica

Ucciso in strada a Portici, gli investigatori: errore di persona

Aprilia, due operai morti in un impianto di compostaggio di Acea

Ronaldinho lascia l'Atletico Mineiro

Giappone:15enne decapita compagna classe

Sampdoria: preso Bergessio

amichevoli: Parma-Monaco 0-2

Twitta 'FreePalestine', bufera su un 1D

Opera Roma: trovato l'accordo

News di Topnews - ANSA.it Fecondazione eterologa, cade il divieto

Intesa paga 294 mln 'tassa Bankitalia'

Papa: tacciano le armi in Siria

Garlasco: mamma Rita, ho ancora fiducia

Borsa: Milano apre in rialzo, +0,24%

Immigrazione: Alfano,un morto su barcone


DIZIONARI ON LINE
cerca:  

Articoli
cronaca (672)
cultura (17)
Musica e spettaccolo (1)
Musica e spettacolo (6)
Politica (1083)
posta dei lettori (8)
salute (13)
sport (30)
strettamente personale (36)

Catalogati per mese

Articoli piu letti
Gli interventi più cliccati
Ultimi_commenti
Fenosu sogno di mezz...
28/07/2014 @ 21:34:01
Di poeta
da quelli che firman...
28/07/2014 @ 20:45:43
Di Che ce vado
firmate la petizione...
28/07/2014 @ 19:27:03
Di Anonimo

Titolo
Bianco e nero (1)
cronaca (1)

Le fotografie più cliccate

Trovato  1 Album

Titolo
Listening
Musica...

Reading
Libri...

Watching
Film...






Ci sono 116 persone collegate

29/07/2014 @ 0.30.03
script eseguito in 765 ms