Giu 06

Maltempo: all’erta meteo nell’Oristanese.

Forti temporali interesseranno la zona del Tirso per tutta la giornata di giovedì 7 giugno. La protezione civile ha diramato un’allerta meteo.

Precipitazioni da sparse a diffuse e a prevalente carattere temporalesco interesseranno il centro della Sardegna, in particolare durante le ore centrali e nel pomeriggio. Sono attesi cumulati moderati su tutta l’isola, con precipitazioni maggiormente significative sul settore occidentale e meridionale.

La Protezione Civile raccomanda prudenza in quanto si possono verificare: danni localizzati ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque; allagamenti di locali interrati e talvolta di quelli posti a pian terreno prospicienti vie potenzialmente interessate da deflussi idrici; temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, ecc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi; limitati danni alle opere idrauliche e di difesa spondale e alle attività antropiche in alveo; occasionale ferimento di persone e perdite incidentali di vite umane. Inoltre, si possono verificare i seguenti effetti localizzati in caso di fenomeni temporaleschi: danni alle coperture e alle strutture provvisorie con trasporto di tegole a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria; rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione dei servizi; danni alle colture agricole, alle coperture di edifici e agli automezzi a causa di grandinate; interruzioni dei servizi, innesco di incendi e lesioni da fulminazione.

Visita istituzionale in Comune per il nuovo questore di Oristano, Ferdinando Rossi. Il sindaco, Andrea Lutzu, lo ha ricevuto a palazzo Campus Colonna dandogli il benvenuto a nome della città. Questore e sindaco si sono soffermati sulle principali tematiche legate all’ordine e alla sicurezza pubblica del territorio e sull’attuazione di speciali servizi per la sicurezza della città, con particolare riferimento all’ondata di furti che ha interessato, in particolar modo, il popoloso quartiere di Torangius. Tra i temi trattati anche le misure per l’attuazione del Patto per la sicurezza urbana, recentemente sottoscritto dal sindaco Lutzu e dal prefetto di Oristano. Sulla Sartiglia, il sindaco Lutzu e il questore Rossi hanno garantito il massimo della collaborazione istituzionale, nel rispetto delle leggi, delle tradizioni e dei rispettivi ruoli. Nei prossimi mesi, Comune e Questura, insieme a tutti gli altri soggetti che si occupano dell’organizzazione della giostra equestre, si ritroveranno per condividere scelte e azioni a tutela del corretto svolgimento della manifestazione, che rappresenta il più grande patrimonio culturale della città.

L’8 giugno, a Torregrande e San Giovanni di Sinis, si celebra la “Giornata Mondiale degli Oceani”. L’evento, organizzato da Comune di Oristano, Fondazione Imc, Spazio Giovani “F. Busonera” di Oristano, Energetica, Leggendo Ancora Insieme e Fondazione MedSea, si terrà presso la torre di Torregrande e sulle spiagge di San Giovanni di Sinis, a partire dalle 8,30. Le attività della mattina, che vedranno coinvolti gli studenti delle scuole locali, con laboratori scientifico-artistici legati all’ambiente marino e alla sua protezione dall’inquinamento, si svolgeranno presso la piazza di Torregrande (a cura di Spazio Giovani “F. Busonera” di Oristano, energetica e Fondazione IMC) e le spiagge di San Giovanni di Sinis (attività organizzate dalla Fondazione MedSea, nell’ambito del progetto Maristanis, con la partecipazione di Alea Ricerca & Ambiente). Alle 11, il sindaco di Oristano Andrea Lutzu, e l’assessore all’ambiente Gianfranco Licheri isseranno la Bandiera Blu (sic!) sulla torre di Torregrande. Nel pomeriggio, una ciclopedalata condurrà i ragazzi dello Spazio Giovani “F. Busonera” alla pineta di Torregrande, dove verrà effettuata la pulizia dai rifiuti. L’evento si concluderà alle 18.30, con un incontro pubblico all’interno della torre spagnola di Torregrande (che riaprirà proprio in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani). Interverranno, tra gli altri, il sindaco Lutzu e l’assessore Licheri, mentre la Fondazione Imc illustrerà i risultati del progetto europeo PosMed “Ripensare la rimozione degli accumuli di Posidonia dalle spiagge del Mediterraneo”, a cura del direttore Paolo Mossone, del ricercatore Ivan Guala e di Energetica (Progetto 4R – Riduco Riuso Riciclo Rispetto nel territorio del Comune di Oristano, a cura di Rosita Folli). A conclusione dell’incontro, all’interno della rassegna letteraria “Leggendo ancora insieme”, verranno letti testi sul “mare” nel piazzale antistante la torre. L’evento è organizzato nell’ambito del World Ocean Day, coordinato da The Ocean Project, su proposta di Canada’s International Centre for Ocean Development (Icod) e Ocean Institute of Canada (Oic). Dal 2006 questo evento è riconosciuto dalle Nazioni Unite.

La storica ex casa del medico di Arborea è stata ceduta dalla Regione al comune al prezzo simbolico di un euro. L’immobile è stato stralciato dall’elenco che comprende una serie di beni da alienare. Oltre all’ex casa del medico di Arborea, altri 16 beni sono stati ceduti ai rispettivi comuni della provincia di Oristano. In questo modo la Regione sta continuando nel percorso di valorizzazione del patrimonio immobiliare tramite gli enti locali che possono sfruttarli quali leve di sviluppo territoriale. Si tratta di beni che non sono funzionalmente utilizzati per i servizi regionali ma che, invece, sono di sicuro interesse per i comuni che hanno presentato le manifestazioni di interesse alla loro acquisizione. L’elenco degli immobili ceduti a prezzo simbolico comprende edifici ubicati nel comune di Arborea, come il palazzo Cerlienco, l’ex casa del fattore, depositi e uffici. Al comune di Laconi sono state cedute quattro proprietà, tra cui l’ex scuola pluriclasse (località Crastu), un ex alloggio e l’ex scuola materna pluriclasse (borgata Santa Sofia).

Domenica 10 giugno si terrà, a Siamanna, il convegno diocesano delle Confraternite. Il programma prevede, alle 9.30, gli arrivi e l’iscrizione presso il campo sportivo. Alle 10.30, nella chiesa parrocchiale, conferenza di don Roberto Caria, su “La carità politica del confratello nella società attuale. Riflessioni a partire dal VI criterio di ecclesialità dello Statuto diocesano“. Dopo il pranzo, appuntamento alle 16.30 in chiesa per la vestizione e la partenza della processione per le vie del paese. Alle 17.30 concelebrazione eucaristica presieduta dall’Arcivescovo di Oristano, Ignazio Sanna.

Lascia un commento

Your email address will not be published.