«

»

Mag 20

Angelo Bresciani nuovo presidente della Fondazione Sa Sartiglia.

Angelo Bresciani è il nuovo presidente della Fondazione Sa Sartiglia onlus. Lo ha eletto all’unanimità, questa mattina, il Consiglio di amministrazione della Fondazione nella seduta di insediamento.

68 anni, originario di Leno in provincia di Brescia, cavaliere di lungo corso (ha corso la Sartiglia per una ventina di anni, ed è anche l’unico, nel 1988, ad aver centrato tre stelle nel corso di una stessa edizione) ed ex presidente della Giuria della Sartiglia, Bresciani rimarrà in carica fino al 2022.

“La Sartiglia è il simbolo identitario più importante di questa città – ha detto il nuovo presidente subito dopo l’elezione-. Lavoreremo per trovare nuovi orizzonti a questa manifestazione. L’obiettivo è guardare avanti per traghettarla verso il meglio”.

Tra ieri e oggi sono stati, quindi, completamente rinnovati gli organi della Fondazione Sa Sartiglia, così come previsto dal nuovo statuto che ha introdotto importanti novità: il presidente non è più il sindaco di Oristano (anche in virtù delle incompatibilità  stabilite dalla Legge Severino), ma viene eletto dal Consiglio di amministrazione.

Nel Consiglio generale, invece, entrano nuove rappresentanze, favorendo anche la partecipazione popolare. Ieri, intanto, si è insediato il nuovo Consiglio generale, presieduto dal Consigliere anziano Enrico Fiori, composto di 21 persone, con tutte le rappresentanze previste dallo statuto: comune di Oristano, Gremi dei Contadini e dei Falegnami, Associazione cavalieri, Camera di commercio, Pro loco e rappresentanti dei partecipanti che hanno dato l’adesione alla Fondazione Sa Sartiglia. Del Consiglio generale fanno parte: Francesco Castagna (in qualità di Presidente  dell’Associazione Cavalieri), Gabriella Collu (in qualità di esperta), Andrea  Cossu (Presidente della Pro Loco), Luigi Cozzoli (esperto), Giovanni Dessì (Gremio Contadini), Federico Fadda (rappresentante dei partecipanti), Nando Faedda (Camera di Commercio), Enrico Fiori (esperto), Efisio Marras (rappresentante dei partecipanti), Vincenzo Mattana (Gremio Falegnami), Pierpaolo Melis (rappresentante dei partecipanti), Antonio Mugheddu (Gremio Falegnami), Cesare Muru (Comune di Oristano), Giovanni Paolo Obino (Presidente Gremio Contadini), Edmondo Piana (Comune di Oristano), Michele    Pinna (Gremio Contadini), Andrea Piras (rappresentante dei partecipanti), Rossella Sanna (Comune di Oristano), Andrea Sanna (Presidente del Gremio Falegnami), Andrea Sanna (rappresentante dei partecipanti), Antonio Sanna (rappresentante dei partecipanti).

Il primo compito del Consiglio generale è stato la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione. All’unanimità sono stati eletti Attilio Balduzzi, Angelo Bresciani, Marco Pessini, Carlo Pisanu e Marzio Schintu. Consiglio di amministrazione che ha poi eletto Angelo Bresciani come presidente della Fondazione.

La Federazione dei circoli sardi in Svizzera ha celebrato a Zurigo il quinto congresso. In discussione i diversi campi d’attività in cui la Federazione è stata impegnata in quasi mezzo secolo, in particolare nei momenti di forte esodo migratorio. Il presidente, Antonio Mura, nella sua relazione ha messo in evidenza il ruolo che ha avuto la Federazione nel favorire il processo culturale e di partecipazione nei paesi di accoglienza, in Europa e nel mondo. Attraverso le Federazioni dei circoli sardi nel mondo è stata garantita la continuità dei rapporti politici con la Regione Sardegna, così come sono stati sviluppati importanti rapporti politici e sociali con i paesi ospitanti, per favorire un naturale processo di integrazione. Il presidente ha auspicato che anche da parte della Regione sia profuso il massimo impegno economico-politico affinché la grande risorsa rappresentata dall’emigrazione sarda non vada perduta. Altri aspetti di non secondaria importanza sono le aspettative degli emigrati collegate al sistema dei trasporti, che devono trovare una regolarizzazione sia sotto il profilo economico che politico, attraverso una trasparente regolamentazione, per un’estensione territoriale che possa essere considerata tale. La relazione del presidente Mura ha toccato anche i temi della sanità, territorio, turismo. Questa la  risoluzione finale votata dai delegati: “È auspicabile che la Sardegna sviluppi politiche anticicliche, orientate alla creazione di nuovi posti di lavoro, al fine di arginare l’emorragia dei giovani, anche altamente qualificati, che continuano ad emigrare nella ricerca di un posto di lavoro. Altrettanto importante favorire politiche di rientro degli emigrati qualificati che hanno maturato esperienze all’estero. Parimenti vanno adottate misure nell’ambito delle politiche dei trasporti, nell’ottica di una reale continuità territoriale che metta la Sardegna in una posizione di pari opportunità rispetto alle altre regioni nazionali ed europee; una politica più attenta ai problemi della sanità per renderla efficiente e in linea con le regioni più progredite d’Italia; politiche ambientalistiche mirate al controllo, alla sicurezza nel territorio e alla salvaguardia dell’ambiente. La Federazione dei circoli sardi in Svizzera ribadisce il suo impegno per favorire il progresso e lo sviluppo della Sardegna anche con le conoscenze e competenze acquisite dai sardi in emigrazione. Oltre alle autorità politiche svizzere (per la città di Zurigo Rosanna Cappai – originaria della Sardegna – ha portato il saluto del sindaco e del municipio), erano presenti il console generale d’Italia a Zurigo, Giulio Alaimo, i deputati Mauro Pili, Gianni Farina e Alessio Tacconi, e l’ex parlamentare Franco Narducci, presidente del forum degli italiani nel Mondo Faim.

Incidente mortale questa sera a Terralba. Fabio Vinci, 50enne di San Nicolò d’Arcidano,  alla guida di una moto si è schiantato contro un’auto ed è morto sul colpo. La dinamica dell’incidente, avvenuto dopo le 19.30, non è ancora chiara. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, che stanno svolgendo i rilievi, ed i soccorsi del 118.

E’ aperto da sabato scorso l’info point urbano del comune di Cabras e dell’Area Marina Protetta “Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre”.  Il servizio, promosso dall’amministrazione comunale di Cabras, va ad integrare i servizi di informazione turistica attivi nella borgata di San Giovanni di Sinis presso il Centro Visite dell’Area marina protetta, che garantisce un’apertura stagionale da marzo ad ottobre di ogni anno. Il servizio, denominato #VisitCabras e ubicato nei locali del comune di Cabras, in piazza Eleonora, al piano terra, rimarrà attivo fino al 6 ottobre, con i seguenti orari di apertura: dal 20 maggio al 18 giugno:  sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; dal 19 giugno al 17 settembre: tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20; dal 18 settembre all’8 ottobre: sabato, domenica e festivi dalle 10alle 13 e dalle 16 alle 19. “Si tratta di un importante intervento che da continuità al servizio già attivato la scorsa stagione, che va a potenziare la qualità dell’offerta turistica cabrarese e offre un valido supporto ai visitatori che scelgono il territorio di Cabras e le spiagge dell’Area marina protetta “Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre” per trascorrere le proprie vacanze”, hanno dichiarato il sindaco di Cabras, Cristiano Carrus, e l’assessore al Turismo, Alessandro Murana. #VisitCabras, gestito dagli operatori della cooperativa Cultour, sarà inoltre attivo sui canali web e garantirà il servizio di informazione e promozione turistica anche attraverso i social media. Per maggiori informazioni: Telefono  0783 371006. Numero  Verde 800382332. Cellulare:333 1614508.  Oppure sul sito internet dell’Area Marina: http://www.areamarinasinis.it/info@areamarinasinis.itarinas

Ad Asseminello largo ai giovani: 400 piccoli calciatori appartenenti alla categoria Pulcini misti 2006-2007, accompagnati da dirigenti, famiglie e tifosi, si sono dati appuntamento al Centro Sportivo del Cagliari per la terza edizione del “Torneo Saras Football Academy”, momento clou della stagione 2016-17 della Cagliari Football Academy. Un progetto con una importante valenza sportiva e sociale che il Cagliari Calcio, con il supporto di Saras, porta avanti sia per contribuire allo sviluppo tecnico delle società affiliate sia per fare crescere i baby atleti per i quali lo sport deve rappresentare soprattutto una “palestra di vita”. Non a caso la parola d’ordine ad Asseminello era “divertimento”. Lo spirito agonistico non è mancato, ma senza eccessi: spazio al fair play, vivendo l’emozione di calcare i campi in cui si allena la prima squadra del Cagliari e il suo settore giovanile. E bastava vedere il viso dei piccoli atleti per dare ragione a Horst Wein, allenatore di calcio giovanile, ispiratore della filosofia della cantera del Barcellona: “Un bambino con un pallone tra i piedi è un bambino felice”. Hanno aderito 23 società affiliate alla Cagliari Football Academy, provenienti davvero da tutta l’Isola: Accademia Ogliastra, Antas Calcio, Antiochense 2013, Aritzo, Gsd Assemini, Atletico Bono, Bittese, Cantera Sorso, Cullurgioni Giba, Ex Biancoblù Carbonia, Ghilarza, Polisportiva Isili, Italpiombo Santa Teresa, Juve Luras, Oliena, Oristanese, Polisport Nuoro, Santadi Calcio, San Teodoro, Turritana Porto Torres, Valledoria, Vigor Sporting Capoterra, San Biagio Villasor. In campo anche una rappresentativa di Pulcini del Cagliari. Alla fine l’ha spuntata il Ghilarza che, al termine di una bellissima finale, ha superato per 1-0 l’Oliena Calcio. La squadra vincitrice del Torneo Saras Football Academy 2017 verrà invitata domenica al Sant’Elia in occasione di Cagliari-Milan e premiata nel pre partita. (foto GuilcerSport).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>